Home » Blog » Tecnologie per la disabilità » Telefono cellulare per anziani: guida alla scelta

Telefono cellulare per anziani: guida alla scelta

Anche gli anziani oggi sono sempre più connessi e accanto al tradizionale telefono per anziani il mercato propone diversi modelli di cellulari per anziani, tra cui i senior phone, i telefonini per la terza età o smartphone per anziani. Si tratta di cellulari facili da utilizzare e con alcune caratteristiche particolari, pensati proprio per venire incontro alle esigenze degli utenti più anziani.

In particolare, i telefoni per anziani rispetto agli smartphone tradizionali con mille funzionalità sono pensati per rispondere all’obiettivo principale di un cellulare: entrare in contatto con gli altri e creare relazioni. Un cellulare per anziani diventa, quindi, lo strumento perfetto per rimanere in contatto con i figli, i nipoti e gli amici, ma anche essere usato in caso di bisogno per un rapido soccorso. Vediamo quindi quali sono le caratteristiche degli smartphone per anziani e come sceglierli.

Telefono per anziani


Telefono per anziani: le caratteristiche principali

Oggi tutti gli smartphone per anziani sono caratterizzati da tasti grandi, spazio e retroilluminazione per la massima usabilità sia di giorno, sia di sera e anche la disposizione dei tasti è pensata per la massima funzionalità. In questo modo, anche l’utenza anziana avrà a disposizione uno strumento oggi fondamentale, costituito da pochi pulsanti accompagnati a icone di facile comprensione per restare in contatto con la famiglia.

Un’altra caratteristica dei telefoni per anziani è il volume della suoneria, che prevede trilli forti adatti anche a chi presenta problemi di udito. Non manca nemmeno il tasto di emergenza, caratterizzato dalla scritta SOS e che si distingue per posizionamento, grandezza e colore: si tratta di una chiamata o messaggio inviabile in modo automatico a un numero precedentemente preimpostato.

In generale tutti i cellulari per anziani sono semplici da usare, ma quando scegliere lo smartphone per anziani e quando il feature phone?


Telefono per anziani: l’evoluzione

Ricorderemo tutti i primi cellulari per anziani, che facevano della semplicità il loro punto di forza con un sistema operativo pensato per eseguire solo due funzioni basilari: chiamare e inviare SMS.

Col tempo si sono aggiunte anche sul telefono per anziani funzionalità più avanzate, come la fotocamera per scattare foto e la chat di WhatsApp per restare in contatto in modo ancora più veloce con amici, parenti e conoscenti. Oggi quasi tutti i telefoni per anziani permettono di scattare e ricevere fotografie e usare i sistemi di instant messaging.


Cellulare per anziani: come sceglierli?

Oggi il telefono cellulare è uno strumento indispensabile non solo per i giovani, ma per tutti coloro che sono fuori casa e per questo le aziende hanno dato vita a un mercato ad hoc con i cellulari per anziani.

cellulare per anziani

Come abbiamo detto, i telefoni senior sono caratterizzati da tasti grandi per essere altamente leggibili, da pulsanti di emergenza ma anche dalla pronuncia vocale e dal volume più alto delle chiamate. Infine, in molti casi sono muniti di fotocamera e dispongono di dual SIM, anche se quasi sempre manca la connettività: la maggior parte delle aziende preferisce, infatti, offrire telefoni per anziani semplici piuttosto che smartphone adattati.


Telefono per anziani: funzioni speciali a misura di anziano

Si parla di cellulare per anziani o telefono per anziani solo se questo presenta alcune caratteristiche che lo rendono adatto all’utente non più giovanissimo. Vediamo quali sono:

  • Tasti grandi: per facilitare l’uso del telefono a chi comincia a vedere poco;
  • Tasto SOS: è il tasto di emergenza che avvia una chiamata o invia un SMS ad alcuni numeri di fiducia preimpostati dalla persona che usa il telefono (in genere 5 contatti);
  • Tasto di chiamata rapida;
  • Blocco tasti, per evitare che si avviino chiamate indesiderate quando il telefono è in borsa;
  • Volume più alto, grazie a tecnologie per l’amplificazione del suono che rendono le suonerie e l’audio in chiamata molto forte;
  • Feedback audio: una funzione che riproduce vocalmente i numeri digitati e aiuta l’anziano che non legge chiaramente i numeri sul cellulare;
  • Base di ricarica: gli utenti senior possono contare su un meccanismo di ricarica simile a quello dei telefoni cordless, anziché sul tradizionale cavo USB;
  • GPS: i modelli di telefono per anziani più avanzati contengono un modulo GPS per comunicare la posizione geografica in caso di necessità.

Non mancano sul mercato modelli che, pur non forniti di impostazioni specifiche tipiche del cellulare per anziani, possono essere usati anche da chi è più avanti con gli anni.


Cellulare per anziani: il formato

I cellulari per anziani presentano diversi formati, in particolare troviamo in commercio i cellulari candybar o cellulari con tastiera e i cellulari a conchiglia o clamshell.

I cellulari candybar anche chiamati cellulari con tastiera, ad esempio, sono formati da un blocco unico che presenta nella parte superiore il piccolo display a colori e in quella inferiore la tastiera numerica. Invece, i cellulari clamshell o cellulari a conchiglia sono quelli con uno sportellino apribile, e all’esterno indicano solo l’ora e il numero di chi chiama.

Non mancano i cosiddetti telefoni per anziani touch, che richiamano i modelli di smartphone adatti al grande pubblico senza il tastierino fisico e con solo i tre tasti di navigazione posizionati sul fondo del corpo del dispositivo.


Internet, app e sistema operativo dei cellulari per anziani

Difficilmente il cellulare per anziani dispone delle cosiddette funzioni “smart”, dato che per la maggior parte non si possono collegare a Internet e si basano su un sistema operativo proprietario, che non permette l’installazione di app. In poche parole questi telefoni per anziani permettono di chiamare, inviare SMS e impostare la sveglia.

Non mancano, tuttavia, alcuni modelli di smartphone pensati per un’utenza senior e che offrono tutte le funzionalità di quelli per i più giovani, si connettono a Internet e permettono di installare app come Facebook o WhatsApp.


La fotocamera del telefono per anziani

Non tutti i cellulari per anziani sono provvisti di fotocamera, a differenza degli smartphone, e anche quando la integrano si tratta di fotocamere VGA da 0.3 Megapixel che scattano foto di scarsa qualità. Non dimentichiamo, però, che alcuni modelli di fotocamera si possono usare come lenti d’ingrandimento digitali, per ingrandire scritte o oggetti.


Cellulare per anziani: memoria interna e dual-SIM

Il tradizionale cellulare per anziani ha una memoria interna di pochi MB, che permette di contenere solo un limitato numero di contatti, ma può essere ampliata con una microSD. Diverso è il caso degli smartphone per anziani, che hanno la stessa memoria di quelli per i giovani e non presentano limiti di rubrica o messaggi.

Inoltre, il telefono per anziani dispone in molti casi del supporto dual-SIM per usare contemporaneamente due numeri di telefono, sia su mini-SIM che oggi sono le SIM standard, sia su micro-SIM. Raramente, invece, il telefono per anziani richiede la nano-SIM, ancora più piccola della micro-SIM.


Cellulare per anziani: autonomia della batteria

Uno dei requisiti essenziali di ogni cellulare è l’autonomia della batteria e, nel caso dei cellulari per anziani che hanno funzioni limitate, si tratta di un periodo di tempo che va dalle due alle otto ore in conversazione e che può arrivare a qualche giorno in stand by, soprattutto se si tratta di batterie tra gli 800 mAh e i 1900 mAh.


Vantaggi e svantaggi dello smartphone per anziani

Al momento dell’acquisto del telefono per anziani, la persona si pone una scelta: meglio un telefono semplice o uno smartphone per anziani? Sempre più spesso, a differenza di quanto si potrebbe pensare, la scelta cade sulla seconda opzione, dato che uno smartphone per anziani presenta diversi vantaggi rispetto al tradizionale telefono cellulare semplice.

Non mancano tuttavia alcuni svantaggi, come il fatto di avere un menù molto più complicato e che può creare confusione a chi non li usa abitualmente o la tecnologia touch screen, poco usabile per chi soffre di tremori alle mani. Infine uno svantaggio non trascurabile è il prezzo, decisamente più elevato per i modelli smartphone, dato che la scelta di un modello affidabile è essenziale.

I vantaggi dello smartphone per anziani risiedono, invece, nella possibilità di scaricare e installare app come Facebook e WhatsApp per restare in contatto in modo più semplice e veloce con figli e nipoti.

È, quindi, fondamentale che la scelta del telefono per anziani o dello smartphone per anziani sia ben ponderata, per non fare un acquisto inutile, ma trasformando la tecnologia in un alleato per restare in contatto con la famiglia e gli amici o, perché no, rintracciare i vecchi compagni di scuola.

Infine, grazie allo smartphone per anziani, la persona potrà rendere partecipe della sua vita la famiglia scattando foto o registrando piccoli video, tenersi attiva con i tanti giochi online e offline e mantenere la mente allenata, soprattutto se l’anziano rimane da solo per tante ore al giorno.


Cellulare per anziani: i modelli consigliati

La prima azienda che viene in mente quando si parla di cellulare per anziani è sicuramente Brondi, che da sempre offre i migliori prodotti in commercio. Si tratta di cellulari che presentano tutte le funzionalità avanzate necessarie a chi è avanti con gli anni, ma soprattutto sono semplici da usare e di dimensioni contenute per stare sempre in tasca.

Perfetto anche il peso, tale da far notare la loro assenza ed evitare di perderli o danneggiarli, ma allo stesso tempo non eccessivo. Per quanto riguarda suonerie e audio sono molto alti, mentre lo schermo grande e luminoso permette di leggere bene le voci del menù. Non manca la retroilluminazione, per fare chiamate e inviare SMS anche alla sera al buio, in condizioni di scarsa illuminazione o se si hanno problemi di vista.

Infine, tutti i cellulari Brondi sono dotati di tasto SOS e allarme individuabile in modo semplice in caso di urgenza e si caricano con la base fornita nella confezione, proprio come i cordless. Anche il prezzo è in linea con le esigenze dell’anziano e non eccessivo, dato che varia sulla base del modello e degli accessori scelti.

smartphone per anziani

Per quanto riguarda, invece, gli smartphone per anziani da anni Doro segue una strategia precisa: mettere a disposizione di tutti il mondo Android e le sue applicazioni, proprio come nel Doro 8040, dotato di un’interfaccia unica che segue l’utente anziano in ogni passaggio.

Grazie a questo modello chattare, fare foto, navigare in Internet diventa una passeggiata anche per chi non è esperto di tecnologia, senza dimenticare un grande pulsante per chiedere soccorso in caso di emergenza. In poche parole, Doro 8040 è il modello perfetto per restare aggiornati, vivendo con serenità la quotidianità.


Telefono per anziani: il prezzo

Quando si deve scegliere un telefono per anziani, non bisogna trascurare il fattore prezzo e i piani tariffari da abbinare per usufruire pienamente di tutte le caratteristiche. Sicuramente un telefono molto semplice avrà un costo decisamente inferiore allo smartphone per anziani e anche le compagnie telefoniche mettono a disposizione piani con molti minuti di conversazione a un costo decisamente conveniente.

Non dimentichiamo nemmeno che, essendo dual-SIM, il telefono per anziani può essere associato alla linea telefonica fissa di casa. Se, invece, si preferisce acquistare uno smartphone per anziani allora bisogna considerare il costo aggiuntivo per l’acquisto dei GB, a seconda della compagnia telefonica di appartenenza.


Conclusioni

Considerate le varie tipologie di cellulari presentate in questo post, prima di compiere la vostra scelta consigliamo di tenere in considerazione non solo il fattore prezzo, ma anche eventuali problemi di vista o udito del destinatario del telefono. Ad esempio, chi soffre di artrite difficilmente riuscirà ad usare uno smartphone e dovrà necessariamente ripiegare su un telefono più semplice.

Non bisogna dimenticarsi neanche di fare attenzione alla delicatezza del modello di cellulare per anziani scelto: i modelli tradizionali, infatti, sono più robusti, mentre gli smartphone hanno bisogno di maggiori cure e non sono adatti a anziani distratti o con una scarsa capacità prensile.

Tuttavia, la popolazione anziana e le persone avanti con l’età sono sempre più numerose e in molti casi vivono sole, lontane da figli e nipoti. Si tratta di situazioni in cui possedere un telefono per anziani o uno smartphone per anziani diventa una necessità.

Attraverso il telefono, infatti, possono entrare in contatto con i loro cari, segnalare una necessità, ricevere aiuto in situazioni di emergenza ma anche condividere i momenti di vita quotidiana. Infine, è possibile contattare i vecchi amici e sentire una voce cara capace di tenere lontana la solitudine.

Facebook Twitter WhatsApp Email LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *