piattaforme elevatrici per disabili
Piattaforma elevatrice disabili

La piattaforma elevatrice ideale per l’abbattimento delle barriere architettoniche anche per chi non è affetto da disabilità o problemi di deambulazione.

Le piattaforme elevatrici per disabili vengono progettate e costruite infatti per essere utilizzata da tutti indistintamente.
Persone con disabilità, con problemi di ridotta mobilità e da chiunque voglia vivere la propria casa con comodità e confort.

Nelle versioni più moderne, grazie ad un’ampia scelta di personalizzazioni estetiche, il nostro elevatore per disabili si adatta egregiamente ad ambienti interni ed esterni.


Modelli di piattaforme elevatrici


Vuoi maggiori informazioni sui nostri elevatori per interni o esterni e un preventivo personalizzato?

Richiedi una nostra consulenza gratuita e senza impegno!

Pedana montacarichi per disabili

Il montacarichi per disabili è la versione più spartana della gamma degli elevatori oggi esistenti sul mercato, è stato il precursore delle moderne piattaforme elevatrici per interni ed esterni!

Derivato dai semplici montacarichi per le merci, si affermò parecchi decenni fa perché la sua semplicità costruttiva lo rendeva semplice da produrre ed il prezzo sul mercato era ovviamente conveniente.

L’alternativa erano gli ascensori che risultavano decisamente più costosi e soprattutto molto più complicati nella gestione e negli adempimenti burocratici. Questo si spiega con la diversa normativa di riferimento che nel caso degli ascensori era ed è ancora oggi molto più severa.

La semplicità normativa che regola la costruzione e l’esercizio di tutti gli elevatori destinati all’abbattimento delle barriere architettoniche ha contribuito notevolmente alla diffusione di questi strumenti.

Piattaforma elevatrice per disabili ARIES

La piattaforma elevatrice Aries, deriva direttamente dalla tecnologia sviluppata inizialmente per i montacarichi interni ed esterni. Nelle versioni di questi ultimi destinate al trasporto persone risultano avere caratteristiche e dotazioni praticamente simili, la normativa attualmente vigente li considera praticamente la stessa cosa. Si differenziano solo per il fatto che gli ultimi modelli di piattaforme elevatrici hanno caratteristiche estetiche e gamma di accessori più vicine all’ascensore che al montacarichi.

La piattaforma elevatrice tipo Aries può essere fornita indifferentemente con manovra manuale o con manovra automatica, in questo caso vengono previste le porte automatiche scorrevoli esattamente come nei più moderni ascensori.
Si differenzia da questi ultimi perché ha una velocità massima consentita dalla legge di 0,15 m/s. Altro segno distintivo riguarda la possibilità di realizzare la piattaforma elevatrice Aries con una fossa di soli 15 cm. cosa non possibile con l’ascensore che deve avere una fossa di dimensioni decisamente maggiori.

La differenza sostanziale tra le piattaforme elevatrici e gli ascensori, oltre alla velocità, è ovviamente il limite in altezza. Per le piattaforme di qualsiasi tipo, siano ad azionamento idraulico od elettrico di norma non si va oltre i 24 metri e le 6 fermate. Con gli ascensori non esistono questi limiti.

Miniascensore domestico a risparmio energetico AriesEco

Questo miniascensore a risparmio energetico appartiene anch’esso alla categoria delle pedane elevatrici, ha pertanto caratteristiche strutturali e normative simili. Possiamo fornirlo con capacità di carico fino a 400 kg. In funzione della grandezza della cabina, e può arrivare all’altezza massima di 24 metri.
Può essere fornito sia con manovra manuale sia automatica, per installazioni indifferentemente in esterno o all’interno delle abitazioni.

E’ definito a risparmio energetico perché impegna solamente 150 watt di potenza, risultando così molto economico sia nei consumi che nella gestione dell’utenza dell’energia elettrica. La sua caratteristica principale è proprio questa, consuma pochissimo e non è necessario richiedere aumenti di potenza nella fornitura elettrica.
Ciò è possibile perché, trattandosi di un impianto con contrappesi, la forza di sollevamento necessaria è notevolmente inferiore a quella di un impianto oleodinamico. Questo rende possibile far funzionare l’impianto con un motore elettrico di sole 500 watt, decisamente molto meno della pompa che alimenta quello oleodinamico.

Altro punto a vantaggio dei Miniascensori domestici AriesEco è il sistema di batterie che alimenta l’impianto. Questi, infatti non prende l’energia direttamente dalla rete ma dal suo sistema di batterie che vengono caricate automaticamente dal sistema ogni volta che questo è necessari. Questo permette di poter utilizzare regolarmente l’impianto anche in totale assenza di energia elettrica per un ragguardevole numero di corse in funzione dell’altezza dell’impianto.

Elevatore per interni e per esterni MiniAriesEco

Questa versione di elevatore elettrico con le sue caratteristiche costruttive, senza testata e con la meccanica ribassata, è l’unica installabile anche in sotto tetti piami mansardati. La meccanica è la stessa della versione standard, il miniascensore domestico AriesEco, si differenzia solamente per l’altezza ridotta a soli 140 cm. in testata.

Viene installata sia in vano in muratura sia con l’incastellatura metallica a vetri, all’interno o all’esterno degli edifici, si presta a soluzioni particolarmente personalizzate per dei risultati estetici importanti. La manovra di questa piattaforma elevatrice elettrica sarà sempre manuale (con comandi a uomo presente), questo perché viene configurata sempre senza cabina.

La carenatura della parte meccanica, armonizzabile con colorazioni a scelta, permetto di realizzare soluzioni perfettamente integrate con l’estetica dell’ambiente dove viene installata. La caratteristica principale è di natura estetica, si presta infatti a realizzare soluzioni particolarmente integrate con il luogo di installazione.

L’assenza della testata e la piattaforma elevabile che non prevede la cabina fanno di queste piattaforme elettriche la soluzione ideale quando si vuole una soluzione dall’estetica curata e poco invasiva

Piattaforma elevatrice a pantografo Ursus

Le piattaforme elevatrici a pantrografo sono una delle soluzioni idonee per i piccoli dislivelli, generalmente fino a 160 cm. di altezza. Esistono prodotti con queste caratteristiche che possono superare anche dislivelli maggiori, sono però in disuso perché presentano particolari problemi,

Il problema principale è derivato dall’instabilità, superata una certa altezza la piattaforma a pantografo tende ad oscillare cosa che ne rende l’utilizzo particolarmente fastidioso. Per questo motivo abbiamo scelto di limitare la corsa della nostra piattaforma Ursus per un’altezza massima di 160 cm. perché così possiamo garantire sicurezza e confort.


Se vuoi avere maggiori informazioni sulla nostra pedana elevatrice di ultima generazione e un preventivo personalizzato, non devi far altro che contattarci.

Richiedi una nostra consulenza gratuita e senza impegno!

Piattaforme elevatrici prezzi: cosa si deve sapere?

La realizzabilità di una piattaforma elevatrice è condizionata molto dalla conformazione degli spazi destinati all’installazione. Quelli principali sono: caratteristiche strutturale dell’edificio, delle esigenze dell’utilizzatore e dai costi complessivi dell’intervento.

Quest’ultimo aspetto viene influenzato in maniera rilevante dalla disponibilità di uno spazio adeguato, dal dislivello da superare. Altro fattore che incide spesso sul costo deriva dall’esigenza di realizzare un vano di scorrimento apposito. Questa problematica risulta ancora più evidente nella realizzazione di miniascensori all’interno delle abitazioni.

Il costo per l’installazione di una piattaforma elevatrice risulterà pertanto molto variabile. Dalle soluzioni spartane con costi contenuti fino alle realizzazioni di alto livello e di pregio, con un prezzo decisamente superiore.

Le diverse tipologie di piattaforma elevatrice

La distinzione nelle tipologie di elevatore viene fatta in base ai seguenti aspetti:


  • Con vano di scorrimento in muratura
  • Con incastellatura metallica a vetri

E’ anche possibile creare dei vani di scorrimento utilizzando contemporaneamente ambedue le soluzioni. Vi sono poi delle realizzazioni con esigenze estetiche e strutturali particolari dove è necessario progettare soluzioni ancora più articolate. Questo si verifica soprattutto nella ristrutturazione di edifici di interesse storico e architettonico.

Altro aspetto che distingue le tipologie di elevatori per disabili e mini ascensori è la posizione delle porte, le soluzioni standard sono:

  1. Piattaforma elevatrice con ingressi coincidenti: dove le porte sono nello stesso lato per tutti i piani. (Vedi immagine 1)
  2. Piattaforma elevatrice con ingressi coincidenti dove le porte sono nello stesso lato per tutti i piani. (Vedi immagine 3 esempio con porta manuale)
  3. Piattaforma elevatrice con ingressi opposti dove le porte ai piani sono sul alto opposto rispetto al piano di partenza. (Vedi immagine 2)
  4. Piattaforma elevatrice con ingressi adiacenti dove si hanno due porte situate a 90°
    (Vedi immagine 4)

Piattaforme elevatrici per disabili prezzi: considerazioni specifiche

E’ quindi facile comprendere che i prezzi delle piattaforme elevatrici per disabili possono discostarsi molto da un caso all’altro perché le tipologie, le configurazioni e soprattutto i dislivelli da superare possono essere molto diversi da un caso all’altro.

Se consideriamo nello specifico la piattaforma elevatrice destinata al trasporto di una persona disabile in carrozzina, sarà necessario tener conto anche delle dimensioni utili dello spazio di cabina.

Quella minima prevista dalla normativa è di 80 cm. di larghezza x 120 cm di lunghezza per gli accessi alla cabina frontali, se invece gli accessi sono adiacenti (a 90° l’uno dall’altro) sarà necessario considerare l’esigenza di poter ruotare la carrozzina, la dimensione interna utile della cabina dovrà quindi essere di 120 cm. x 120 cm.

Se si tratta di un vano in muratura, la maggiore dimensione dello spazio interno della piattaforma, di norma non comporta un aumento del costo. Nel caso in cui questo sia costituito invece da una incastellatura autoportante a vetri, ci sarà una differenza di prezzo a causa delle maggiori dimensioni della stessa.



Caratteristiche tecniche elevatori disabili

Piattaforma elevatrice con incastellatura a vetri
Piattaforma elevatrice per esterni

Le piattaforme elevatrici per interni e per esterni proposte da Contact Srl rispettano la Nuova Direttiva Macchine Europea 2006/42/CE.

Con l’entrata in vigore di questa Direttiva è possibile realizzare le piattaforme elevatrici con la manovra automatica.

La precedente normativa consentiva solo i comandi a “uomo presente” particolarmente scomodi negli impianti multipiano. Il requisito fondamentale richiesto per la manovra automatica è la cabina chiusa.

La configurazione più diffusa è quella con le porte automatiche scorrevoli. L’utilizzo dei pulsanti a rilascio e quindi la manovra automatica, rendono questi elevatori per disabili del tutto simili agli ascensori.

Estremamente versatili ed adattabili alle diverse condizioni e dimensioni di vano e alle caratteristiche degli edifici. Le nostre piattaforme elevatrici sono installabili sia nelle abitazioni private che degli spazi commerciali. Il sistema di azionamento idraulico le rende estremamente silenziose e discrete.

Si montano facilmente e spesso senza opere murarie impegnative, necessitano di una fossa molto ridotta: solamente 14 cm. I consumi sono contenuti (equivalenti a quelli di un elettrodomestico).


Finitura piattaforme elevatrici

L’ampia gamma di finiture disponibile garantisce che la vostra piattaforma elevatrice rispetti l’estetica del contesto in cui viene inserita.

E’ possibile personalizzare i colori interni della cabina, la finitura del pavimento, oppure scegliere soluzioni raffinate in acciaio.

L’incastellatura autoportante può essere personalizzata nei colori o scegliendo tra le diverse tipologie di vetri: trasparenti, fumè, stopsol etc.


Vuoi maggiori informazioni sulle pedane elevatrici per disabili e un preventivo personalizzato?

Richiedi una nostra consulenza gratuita e senza impegno!

Eevatori per disabili: servizio chiavi in mano

Miniascensore a testata ridotta
Montacarichi per interni

Per installare una qualsiaisi tipologia di pedana elevatrice per disabili la normativa attualmente vigente in Italia richiede alcuni adempimenti burocratici.

Va considerato che l’installazione di una piattaforma disabili è a tutti gli effetti un intervento di abbattimento di una barriere architettoniche.

Si può quindi far riferimento alle notevoli semplificazioni e una specifica celerità nel percorso burocratico.


Piattaforma elevatrice normativa

Le normative che regolamentano la materia della piattaforma per disabili sono piuttosto rigide in quanto mirate a garantire la sicurezza degli utilizzatori.

Per il rispetto di queste normative è comunque necessario:

  • Redazione di un progetto architettonico dell’opera da realizzare corredato di tutti gli allegati abitualmente richiesti
  • Presentazione del progetto all’ufficio tecnico del comune dove è ubicato l’immobile oggetto dell’intervento
  • Approvazione della maggioranza dei condomini nel caso si debba procedere in condominio
  • Presentazione della SCIA (segnalazione certificata di inizio attività) al comune di appartenenza prima dell’inizio dei lavori.

Nella realizzazione di una piattaforma elevatrice, in funzione delle caratteristiche dell’edificio, sarà necessario eseguire delle opere edili anche complesse.

La corretta esecuzione di tutti gli interventi tecnici che renderanno l’installazione un lavoro di elevata qualità ed esteticamente gradevole.

Le lavorazioni tipiche di questi interventi sono le seguenti:

  • montaggio ponteggi
  • demolizioni o modifiche di opere murarie esistenti
  • ripristini di opere in muratura ed intonaci
  • impianti elettrici
  • tinteggiature
  • modifiche infissi etc

Piattaforma elevatrice disabili a testata ridotta
Chiaramente coordinare tutte queste professionalità è un lavoro non da poco. Ogni singolo intervento deve essere organizzato per garantire qualità e funzionalità senza trascurare il risultato estetico

Per la realizzazione degli elevatori la Contact si avvale della collaborazione di affermati ed esperti professionisti del settore.

Grazie a queste sinergie siamo in grado di offrire un servizio di installazione della piattaforma elevatrice chiavi in mano.


Gli aspetti prevalenti di questo servizio sono:

  • Progettazione
  • Interventi relativi alle opere murarie
  • Espletamento pratiche burocratiche presso gli uffici competenti

Potrebbe interessarti anche:

Montacarichi per disabili, la soluzione per il trasporto verticale
Servoscala a piattaforma per scale curvilinee
Montascale per disabili: descrizione e approfondimenti