Home » Blog » Tecnologie per la disabilità » “Alta” la capsula intelligente per chi ha problemi di udito

“Alta” la capsula intelligente per chi ha problemi di udito

| 0

udito-altoSecondo l’Associazione italiana per la ricerca sulla sordità, circa il 12% della popolazione italiana soffre di disturbi dell’udito ed il nuovo dispositivo uditivo, costituito da piccole e leggere capsule, chiamato “Alta”, è di quanto più avanzato la tecnologia possa offrire per affrontare questo problema.

Oltre mezzo milione di persone soffre un disturbo grave dell’udito ed ogni anno circa mille bambini nascono con una sordità congenita che darà problemi nelle fasi di crescita e nell’uso del linguaggio e quindi a scuola e nella società.

Esistono però anche situazioni più normali, problemi di udito determinati dall’avanzamento dell’età, con i quali è necessario imparare a conviverci.

Con “Alta”, realizzato da un’azienda danese, la tecnologia viene incontro a queste problematiche, con sistemi che sfruttano totalmente le capacità uditive, attraverso due micro capsule, che si integrano tra loro, consentendo un’acquisizione ottimale delle fonti sonore.

Alta, utilizza un software costituito da elementi di intelligenza artificiale, con la possibilità di programmare l’apparecchio in base alle esigenze dell’utente che quindi sarà in grado di gestire le diverse situazioni, in piena autonomia.

L’apparecchio, registrerà attraverso un chip di memoria, tutte le attività svolte, in questo modo, l’utilizzatore, potrà calibrare lo strumento, personalizzandolo.

Inoltre, si avrà un’amplificazione delle voci e grazie allo “scudo anti-feedback”, verranno eliminati i fischi ed i disturbi che spesso si sentivano con le vecchie apparecchiature.

Altra funzionalità molto interessante è quella della connettività con i social media, infatti l’azienda danese, ha realizzato un sistema che attraverso Bluetooth, permette alle capsule di collegarsi, per esempio, ad un pc per seguire una lezione di inglese o di collegarsi al cellulare o il telefono di casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *