News
Visita il nostro sito - Contactsrl.it
Menu

Il Festival del Volontariato 2013 si conclude con la festa per i 40 anni dell’AIDO

AIDO al Festival del VolontariatoFesteggiamenti per i 40 anni dell’Associazione dei donatori di organi durante l’ultima giornata del Festival del volontariato 2013, con la presenza del Presidente del CNV Edoardo Patriarca, Vincenzo Saturni (presidente Avis), Aldo Ozino Caligaris (presidente Fidas) e Luigi Cardini (presidente Fratres) e Alessandro Nanni Costa (direttore del Centro nazionale trapianti) che interviene con un presupposto fondamentale: si possono curare altre persone solo se viene donata gratuitamente una parte del nostro corpo, con una scelta che và oltre le norme, come atto consapevole di solidarietà nei confronti della comunità perchè qualcuno ne ha bisogno.
L’incontro è stato introdotto e moderato da Gaia Peruzzi, dell’Università La Sapienza di Roma, intervenendo dicendo che “Un sistema basato sul volontariato ha un valore economico aggiunto e che avere un sistema basato sulla donazione significa avere un sistema migliore. Tutti hanno diritto ad ottenere qualcosa”.

Nell’ultima giornata del Festival si è inoltre parlato del volontariato e beni culturali, di giovani, dell’associazionismo sportivo e delle nuove frontiere del volontariato con la presentazione dell’esperienza “ItaliAltruista“.

Si conclude inoltre, la rassegna di “TEATRO SOLIDALE” con la rappresentazione teatrale “35mo piano”, che porta in scena al teatro San Girolamo il monologo del giornalista Francesco Olivieri e interpretato da Marcello Serafino, il tema del suicidio come determinazione della vita stessa per denunciare un sistema malato.

Diretto dalla regista torinese Lucia Falco, lo spettacolo racconta senza retorica e senza giudizi la storia di un imprenditore che “ha mollato” per dare la possibilità a chi è rimasto di trarne un insegnamento, uno stimolo a migliorare.

Spiega l’autore che “Chi non ha la forza di abbattere questo modo scellerato di fare economia, considerando le persone come numeri da tavolo di ragioneria, si ritrova a portare la propria vita al patibolo. È una strage silente che però porta con sé un urlo di rabbia e dolore che si manifesta nella vita di chi rimane. È l’ultimo gesto di chi si immola per rivendicare diritti, giustizia e un mondo diverso”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


Archivio articoli

Home | Eventi | Festival del Volontariato 2013 | Il Festival del Volontariato 2013 si conclude con la festa per i 40 anni dell’AIDO