News
Visita il nostro sito - Contactsrl.it
Menu

Accessibilità urbana e barriere architettoniche.

achentannos-fiera-cagliari-zoppiSpazi urbani accessibili: un sogno realizzabile? Questo il tema del convegno organizzato da Contact Srl nell’ambito del salone A chent’annos, ospitato di recente dalla Fiera campionaria della Sardegna, a Cagliari, negli spazi del Padiglione I. All’evento sono intervenuti in qualità di esperti Corrado Zoppi, ingegnere e docente di Tecnica e pianificazione urbanistica, e il vignettista satirico (e lui stesso ingegnere) Tullio Boi, già ospite nei giorni precedenti di un’altro evento targato Contact sempre nell’ambito di A chent’annos. L’intervento di apertura di Zoppi si è incentrato principalmente sul problema della presenza di barriere architettoniche nei luoghi pubblici di particolare importanza storica o culturale (ad esempio gli spazi museali). Il docente ha messo in evidenza come, di norma, in questi spazi “qualsiasi intervento è soggetto al benestare preventivo della Soprintendenza ai monumenti secondo quanto previsto dalla parte prima del cosiddetto “codice Urbani”. corrado-zoppi-achentannosCome garantire ai cittadini le pari opportunità di fruizione di questi luoghi? Secondo Zoppi, occorre “procedere per progetti e per sistemi, mai per interventi successivi di aggiustamento, con atteggiamento aperto al dialogo e all’ascolto di istanze tutte meritevoli e sostenute da leggi dello Stato”. La questione della progettazione architettonica degli spazi urbani e della loro libera fruizione da parte di tutti i cittadini, disabili o meno, secondo l’urbanista non è tanto legata “all’apposizione di vincoli più o meno stringenti, quanto alla creatività del progettista, debitamente stimolata dalla considerazione a monte di problematiche che rappresentino per lui uno stimolo”. Zoppi ritiene questa una priorità: “Se così non fosse, si perderebbe automaticamente il senso di questi spazi culturali e di aggregazione come propulsori della crescita civile, intellettuale e morale di una città intera”.

Tullio Boi, 53 anni, da tempo costretto in carrozzina a causa dell’insorgenza della sclerosi multipla, ha offerto il suo punto di vista sul tema con la consueta schiettezza. “Se il mio collega Corrado Zoppi ha parlato, giustamente, dal punto di vista normativo e offrendo il punto di vista della cultura “ufficiale”, io parlo come persona che vive il problema della disabilità e del superamento delle barriere architettoniche dal di dentro”. Scalini, scale, marciapiedi, rampe: tutti ostacoli alla fruizione degli spazi pubblici. Per Boi il modello da seguire è quello degli Stati Uniti, dove “si ragiona per spazi accessibili non ai disabili, ma accessibili a tutti. zoppi-boi-disabillkill-fieraNegli hotel, negli aeroporti, nei bagni pubblici… dalle nostre parti gli spazi riservati alle persone con disabilità sono contrassegnati dal noto simbolo con l’omino sulla carrozzina. Ebbene, io dico che l’obiettivo deve essere quello di rendere un bene accessibile a tutti, e questo può realizzarsi solo se in fase di progettazione si tenga conto da subito delle problematiche in gioco. Non si parla quindi di adattamenti, ma di necessità di cambiamento della forma mentis collettiva”. Ben vengano le norme e le leggi, ma tutto per Boi “va vagliato alla luce del pensiero del singolo progettista, che è chiamato con responsabilità a immedesimarsi e a tenere conto delle diverse necessità di tutti”.

Nel riprendere gli spunti del collega, Corrado Zoppi ha sintetizzato il suo pensiero affermando in conclusione di intervento che “sostenibilità significa garanzia per tutti di una qualità della vita tale da soddisfare le esigenze di base di ogni cittadino. Per questo, tradurre la sostenibilità in principi e, poi, in obiettivi e azioni anche in fase di pianificazione e progettazione urbana deve essere il punto di svolta. Basta interventi ex post, occorre tenere presente già a monte la necessità di tutti di una fruizione libera e di qualità dei beni culturali”. 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


Archivio articoli

Home | News | Barriere e soluzioni | Accessibilità urbana e barriere architettoniche.